domenica 25 maggio 2014

PANINI PER LA COLAZIONE

Bangkok, albergo di una nota catena europea...colazione a buffet con praticamente ogni ben di Dio: noodles vari, zuppette piccanti, riso jasmine, uova e bacon, pancakes e croissant, frutta fresca...ma quanto mi sono mancati questi panini fatti con la pasta madre :)




In dispensa
per n. 5 panini:
225 g. di farina 0
45 g. di lievito madre
25 g. di olio di semi di mais
un pizzico di vaniglia in polvere
scorza essiccata di un arancio
110 ml di latte di riso
25 g. di zucchero di canna integrale
15 g. di malto di riso

per la farcitura:
Crema alla nocciola TEO BIA (nocciola 47%, zucchero di canna, cacao amaro)

Ai fornelli

Per sfornare i panini in tempo utile per la colazione, ho seguito circa questi orari: 
- ore 8:00 del giorno precedente: rinfresco della pasta madre
- ore 18:00 dello stesso giorno: impasto dei panini
- ore 01:00: seconda lievitazione dei panini
- ore 07:00 dello stesso giorno: cottura
- ore 07:15: colazione!

Prima di tutto rinfrescate la pasta madre. 
Per il rinfresco ho utilizzato la seguente dose:
- 25 g. di pasta madre
- 90 g. di acqua tiepida 
- farina quanto basta per impastare

Versate la pasta madre in una ciotola, nel frattempo scaldate l'acqua in un pentolino e versatela nella ciotola. Mescolate con le mani fino a quando la pasta madre si dissolve. Versate la farina un po' alla volta fino a quando otterrete un impasto non troppo appiccicoso. Impastate a mano per almeno 15 minuti. Mettete a riposare la pasta madre dentro ad un vaso di vetro chiuso ma non sigillato e al riparo dalle correnti d'aria, coperto da un panno, per almeno 8 ore.

Prelevate 45 g. di pasta madre rinfrescata e rimettete il resto in frigorifero. Versate la pasta madre in una ciotola e aggiungete una parte del latte di riso tiepido, mescolate per sciogliere la pasta madre. Aggiungete la vaniglia, le scorze d'arancia, lo zucchero, il malto e successivamente l'olio ed il latte di riso avanzato. Mescolate tutti gli ingredienti ed impastate fino ad ottenere un impasto liscio.
Prendete una ciotola in ceramica, versateci una spolverata di farina sul fondo e mettete l'impasto a riposare per circa 8 ore coperto da un telo, al riparo dall'aria corrente.
Prima di andare a dormire prendete l'impasto (che dovrà essere almeno raddoppiato), lavoratelo un pò e stendetelo con il matterello (aggiungendo un po' di farina se necessario). Formate i vostri panini con un coppapasta (oppure un bicchiere) assicurandovi che i cerchi siano alti almeno un centimetro, dopodiché stendeteli sulla leccarda coperta da carta forno. 

Coprite la leccarda con un canovaccio e lasciate lievitare i panini ancora per circa 6 ore (o finchè non raddoppiano di volume).
A questo punto preriscaldate il forno a 180°C e cuoceteli per circa 15' facendo attenzione che non diventino troppo scuri. 
Sfornate i panini e farciteli come preferite. Nel mio caso ho utilizzato della crema alle nocciole spalmabile. Che dire...D-I-V-I-N-I...non farei a cambio con nessuna colazione ciclopica da hotel 4 stelle! :)

Per la cronaca...nonostante la situazione un po' instabile, tutto ok a Bangkok e sono rientrata in Italia sana e salva.

Il ricordo più bello a tavola? Sicuramente il coconut sticky rice servito con un mango che era la fine del mondo! 







 F.

3 commenti:

  1. il mio moroso ucciderebbe per questi panini, ancor di più se farciti con la teobia!
    sebbene gli ingredienti siano solo tre non sono ancora riuscita a replicarla uguale ;)
    meglio che non glieli faccia vedere altrimenti mi tocca prendermi un giorno di ferie domani! :D

    RispondiElimina
  2. a chi lo dici ... e' una droga !

    RispondiElimina
  3. Io non ho nemmeno mai provato ad autoprodurmi la teobia...ho il timore che se mi riuscisse uguale all'originale ne diventerei dipendente :) :)
    Grazie per essere passata di qua e alla prossima! ;) Flavia

    RispondiElimina